5 Dicembre 2020

Sandro Giambra

Scrivo, corro e lavoro in una Roma tutta mia, localizzabile a fatica nei parchi e nei condomini tra Garbatella e Colosseo. Ho le migliori ispirazioni quando mi alleno e prima di addormentarmi, due momenti della giornata in cui non posso prendere appunti. E me ne vado in giro così, con la gioia di avere idee meravigliose e la malinconia di non riuscire ad annotarle.

I Bit di Sandro

A distanza

Ho sempre ammirato l’aristocrazia emanata da Balthus. Su di lui, finché è stato in vita, non sono mai apparse biografie riconosciute; è morto nel 2001 all’età di novantatré anni e si è fatto conoscere attraverso le interviste che concedeva. Si sentiva figlio di molti secoli, ma non di questo. Dall’antichità fino a Cézanne, apparteneva alla pittura di Piero della Francesca, di Masaccio. Ci apparteneva ma si godeva la distanza, quel distacco, una polvere divina che…

Imperiali settembrini

L’ora di pranzo è passata. Me ne accorgo lungo la scalinata che dalle banchine del Tevere sale su fino alla strada. Le chiacchierate da un proprietario all’altro dei battelli in sosta sul fiume mi hanno sospeso sia l’attenzione che lo stomaco. Arrivo in cima e comincio a decidere dove andare. Lascio scorrere un gruppo di turisti in fila indiana sul Lungotevere davanti piazza Trilussa. Li oltrepasso con lo sguardo. Indago, laggiù a sinistra, dove la…

Alle spalle

Negli ultimi anni la microbiologia molecolare ha dimostrato che corpo e cervello funzionano in modo molto più efficiente prendendo energia dai grassi piuttosto che dagli zuccheri. Le nostre abitudini alimentari privilegiano, però, proprio gli zuccheri tramite un consumo eccessivo di carboidrati complessi i quali, trasformati in glicogeno, entrano direttamente nel fegato e nei muscoli per essere utilizzati come carburante principale dall’organismo. È quindi estremamente improbabile avere a che fare con metabolismi alimentati dalle molecole dei…

La realtà è diversa

Qualche anno fa è venuta a mancare una principessa. Non una principessa qualsiasi. No. È scomparsa Leila, la sensualità subliminale di Star Wars. Minuscola, visino angelico e vendicativo, con un’acconciatura ottocentesca di trecce e doppio chignon. Castigata in una candida tuta spaziale o aggressiva in un bikini borchiato alla Barbarella, è diventata la protagonista di quell’immaginario maschile che custodisce la principessa dei propri sogni, consolidando in maniera sublime quel rincoglionimento che ci accompagna fin dalla…

Se mi ricordo bene

Non riesco a uscire. C’è la maniglia alla porta, ma quando l’abbasso non scatta niente. Qui si sta benissimo, è vero, è tutto pulito. Ogni tanto mi piacerebbe anche fare una passeggiata. Però se non si apre… non fa niente. Da un paio di settimane la signora Monica si trova nell’unità Alzheimer del reparto Malattie Neurodegenerative di una casa di cura specializzata. Sta a nord di Roma, sulla Cassia: un bel disagio per suo marito…

Il fuoco dell’ispirazione. Intervista a Leonardo Malaguti.

Ha destato scalpore l’aggressione ricevuta da Leonardo Malaguti in occasione della passerella sul tappeto rosso dell’ultimo Festival del Cinema di Roma. Lo scrittore, insieme al cast, era lì a presentare l’anteprima della trasposizione cinematografica tratta dal suo romanzo d’esordio, “Dopo il diluvio”, edito da Exòrma. L’incidente al Festival è l’ennesimo ostacolo che si aggiunge alle difficoltà incontrate dalla produzione nel distribuire il film. Con tutta l’eccellenza dei nomi coinvolti - basti pensare al regista e…

Felliniana – Di quanto sono belle le donne

Fine giugno del 1979. La scuola era finita da una settimana. Il professore di arte e disegno ce lo aveva promesso da tempo e quel sabato mattina ci condusse, in veste di aspiranti giornalisti, all’interno di Cinecittà. Dovevamo prendere appunti e comporre un articolo che sarebbe stato scelto e pubblicato sul giornale scolastico. Arrivammo in fila per due sul piazzale d’entrata e, varcando l’ingresso, ci venne assegnato un tesserino azzurro con un numero bianco. Fu…

Spensierato tiburtino

Seduti a metà dell’ampia scalinata Federico e Roberto si allacciano le scarpette per prepararsi alla partenza della “Corri al Tiburtino”. Sullo sfondo i vialoni, i sottopassi e i palazzi della periferia di Santa Maria del Soccorso, di fronte alla fermata della metro B. Il quartiere si sta preparando alla festa: sono tutti in fermento per la gara podistica di 10 chilometri che passerà sulle loro strade, proprio accanto alle loro case. Nel grande piazzale in…

Cantilena – Denominazione d’origine controllata

A parte l’atmosfera morbida e seducente della Garbatella in una sera di maggio. A parte l’ingresso esclusivo e misterioso al locale che, se non te lo spiegano con esattezza, puoi scordartelo d’imbroccarlo! Tre gradini a scendere - nascosti dietro una soffice cascata di edera da spostare tipo tendone del cinema - che, dal marciapiede frenetico dell’aperitivo romano, ti fanno atterrare su una pavimentazione antica di tasselli d’ardesia disposti a rosoni. Ed è appena sceso il…