24 Agosto 2019
Continue reading...

Volevo essere un caffè letterario

Siamo onesti: eccetto ascoltare talune inconsapevoli ninne nanne musicali, eccetto tracannare fiumi di bianco dozzinale in piena digestione e seguire programmi tv popolati dagli zimbelli del nulla cosmico, esiste qualcosa di più soporifero della lettura? Chi si tiene a debita distanza dai volumi lo sa meglio dei lettori, se appena sollevano una copertina con l’estremità del mignolo, bastano pochi minuti e si rischia il colpo di sonno. Onde evitare che le librerie si trasformino in… Continue reading
Continue reading...

Apollonia

Grazia Di Michele -  “Mi piace l'idea Mi piace l'idea di affidare al silenzio visioni segrete Io sento cose che gli altri non dicono perché hanno perso le parole e non le trovano Io so le cose che gli altri non sanno perché alla verità preferiscono l'inganno E nascondo il mio cuore da una congiura di stelle e difendo la mia ingenuità” L'ultima strofa della canzone “Apollonia”, tratta dal nuovo album di Grazia di Michele… Continue reading
Continue reading...

Comunichiamolo con un libro

L’arte non deve perdere connessione con le persone, occorre usare il linguaggio, esprimersi, bisogna suonare la musica fino alla fine. Quello che l’artista vuole fare con l’esprimersi è capire e farsi capire dai contemporanei. “L’espressione che noi diamo alle cose sviluppa il senso che porta all’interpretazione giusta.” “Si capisce una cosa soltanto finché la si condivide.” Da queste due citazioni di Robert Musil, dal suo capolavoro “L’uomo senza qualità” (Einaudi), mi lascio ispirare per formulare…

Continue reading
Continue reading...

Dai tuoi occhi solamente

Francesca Diotallevi -  “Guarda le persone. Le vedi? È solo dentro gli occhi di ogni singola persona che si può vedere il mondo” […] Le storie sono sempre nei volti, sai? Impara a decifrare gli sguardi, a leggere le pieghe della pelle, il modo in cui si atteggia una bocca, e avrai la storia di una persona.” “E poi... cosa me ne faccio della storia di qualcuno che non conosco?” “La conservi. Le persone sono… Continue reading
Continue reading...

Il piccolo vietnamita

(Liberamente tratto da una storia di Balzac) Prese la mano di suo padre per portarlo via da quel negozio. Ma l’uomo insisteva per saperne di più e confidava nell’intimità costruita con il commesso, che non lesinava commenti entusiastici su quell’ultimo paio di scarpe sportive appena sfornate dalla grande azienda leader del settore. Un enorme giocatore di basket cartonato a grandezza naturale dimostrava tutta la sua felicità passeggiando nell’iperuranio, ché persino Platone aveva abbandonato il classico…

Continue reading
Continue reading...

Sostiene Pereira

Antonio Tabucchi -  Suona la campana, ma nessuno sembra accorgersene, “Sostiene Pereira” Ultima lezione di storia dell’anno. Ventisei tredicenni, strappati al primo caldo tanto atteso di giugno, mi ascoltano leggere le dieci pagine conclusive del romanzo di Antonio Tabucchi. Manca l’aria, è ora di pranzo e lo stomaco di molti brontola. Viene voglia di una omelette alle erbe e di una limonata fresca, mannaggia a Pereira e al suo Cafè Orquidea. Visi appoggiati ai gomiti,… Continue reading
Continue reading...

Matelda cammina lieve sull’acqua

Daniela Cicchetta -  Un’ovattata sensazione di conforto. Mi trovo improvviso spettatore di un’esistenza che ha espresso a pieno le proprie potenzialità. Sin dall’introduzione di Simon & The Stars in “Matelda cammina lieve sull’acqua” (Miraggi, 2017), la penna di Daniela Cicchetta prende per mano il lettore e con la grazia che la caratterizza lo invita a un viaggio. Quella di Matelda, che volge lo sguardo all'indietro senza particolari rimpianti per ripercorrere interamente il cerchio della propria… Continue reading
Continue reading...

Alle spalle

Negli ultimi anni la microbiologia molecolare ha dimostrato che corpo e cervello funzionano in modo molto più efficiente prendendo energia dai grassi piuttosto che dagli zuccheri. Le nostre abitudini alimentari privilegiano, però, proprio gli zuccheri tramite un consumo eccessivo di carboidrati complessi i quali, trasformati in glicogeno, entrano direttamente nel fegato e nei muscoli per essere utilizzati come carburante principale dall’organismo. È quindi estremamente improbabile avere a che fare con metabolismi alimentati dalle molecole dei… Continue reading
Continue reading...

Il ritmo degli uomini

È più importante partecipare che vincere? Sembrerà strano, ma questo dilemma ha attraversato i secoli, anzi quasi due millenni, eppure la soluzione a un simile quesito ancora non si è trovata. Non sfugga che, se da una parte oggi la questione tocca quasi esclusivamente il tema sportivo, in antichità la tematica toccava, e non certo marginalmente, la guerra. Le civiltà cretese e spartana si fondavano su una dura educazione sportiva di preparazione al combattimento. Lo… Continue reading
Continue reading...

“La Classe… politica”

I docenti e la politica. Topic tornato all’attenzione dell’Informazione da qualche mese, in seguito ad alcuni moniti del Ministro dell’Interno a non fare politica in classe e, nelle ultime settimane, al volto malinconico e deluso dell’insegnante palermitana Rosa Maria Dell’Aria, sospesa quindici giorni dal suo incarico, “per non aver vigilato” sul lavoro dei suoi alunni in cui le leggi razziali venivano accostate al decreto sicurezza. Scrivo dal punto di vista di una docente, praticando questo… Continue reading