9 Marzo 2021
Manuela-Serughetti-01

Emanuela Serughetti

Se ascolto la musica le cose mi riescono meglio. Quando scrivo devo mettere la sveglia, al contrario, se dormo basta l’aroma di caffè a restituirmi al mondo. Il verde è il mio colore preferito, specialmente se lo mangio o lo indosso. E mi piace rispettarlo. Apprezzo il silenzio interiore e le persone che fanno un gran casino quando c’è da stupire, divertire e illuminare. Viaggio spesso, ho provato anche a vivere in terre lontane per capire, alla fine, che l’unico luogo che mi si addice di più è quello che mi porto dentro.

I Bit di Emanuela

Comunichiamolo con un libro

L’arte non deve perdere connessione con le persone, occorre usare il linguaggio, esprimersi, bisogna suonare la musica fino alla fine. Quello che l’artista vuole fare con l’esprimersi è capire e farsi capire dai contemporanei. “L’espressione che noi diamo alle cose sviluppa il senso che porta all’interpretazione giusta.” “Si capisce una cosa soltanto finché la si condivide.” Da queste due citazioni di Robert Musil, dal suo capolavoro “L’uomo senza qualità” (Einaudi), mi lascio ispirare per formulare…

La fortuna aiuta gli audaci. Intervista a Fabio Bacà.

Dalla misura cosmica a quella cellulare, tutto questo in un libro, “Benevolenza cosmica” di Fabio Bacà (Adelphi, 2019), presentato quest’anno al Salone del libro di Torino insieme all’autrice Loreta Minutilli come il miglior esordio letterario italiano del 2019. Una voce altisonante, divertente e molto vicina all’umano nella sua contemporaneità che arriva quasi in punta di piedi a darci qualcosa che ancora non c’era nella narrativa italiana. La trovata originale è certamente una storia fuori dai…

Il re pallido

David Foster Wallace -  Questo è fondamentalmente un libro di memorie, un’opera postuma e incompiuta di David Foster Wallace assemblata dal suo editor dalla miriade di fogli stampati, scritti a penna, registrazioni e appunti sparsi lasciati dall’autore come eredità ultima della sua gigantesca opera letteraria che nella contemporaneità resta considerata senza eguali. Un po’ giornalismo ricostruttivo (“la ricostruzione spettacolarizzata di una circostanza empiricamente reale”), parte autobiografica, letteratura immersiva di una quantità mostruosa di pagine e…

Fuoco al cielo

Viola Di Grado -  A Ozërsk, la città segreta, quelli nati prima del 1994 non avevano data di nascita sulle carte, erano inesistenti. La vita lì attorno, in un’area circoscritta solo dal silenzio e scomparsa persino dalle mappe, è svuotata, cancellata dal volto degli abitanti ormai diventati la conseguenza di un disastro nucleare che ha reso ogni cosa ammalata per sempre. Nessuno dalla notte dell’incidente accaduto nel 1954 aveva più potuto credere al futuro se…

La natura esposta

Erri De Luca -  Il linguaggio di De Luca è fatto di parole calibrate, sentite col corpo, che vanno a incidersi nell’animo e raccontano storie legate spesso ad accadimenti reali molto crudi in un modo che restituisce forza sentimentale. Attraverso una lirica ridotta al minimo che scava e si libera del superfluo esamina le dinamiche esistenziali, i vortici dello spirito e lo fa con eleganza anche usando parole come sangue e morte. Per questo breve…

Danzate, vi salverete da voi stessi

La chiamò “Wuppertaler Tanztheater” la sua prima compagnia di danza nel teatro della cittadina tedesca dove, nel 1973, iniziò a lavorare come coreografa. Aveva vinto il primo premio al Concorso di Coreografia di Colonia nel ’69 e lavorato a fianco di Jean Cébron, Kurt Jooss, danzato per Lucas Hoving e per Antony Tudor imparando molto sul movimento. Ma Pina Bausch desiderava inseguire la sua idea per arrivare a quello che voleva dire con la danza…

Benevolenza cosmica

Fabio Bacà -  Cosa fareste se foste travolti da una dose massiccia di fortuna? Uno sciame di eventi che hanno quasi del miracoloso sottopongono a una dura prova di nervi Kurt O’Reilly, il trentenne responsabile della divisione Affari ed energia all’Ufficio nazionale di statistica londinese. Donne di qualunque età sessualmente disponibili, taxisti che gli offrono corse gratis, rimborsi inattesi dall’agenzia delle entrate, promozioni professionali e la morte sfiorata sono solo una piccola parte delle sorprese…

Il libro di talbott

Chuck Palahniuk -  Può succedere ancora che un libro riesca a dare uno scossone a una nazione, divulgando un pensiero in grado di riorganizzare la mente del popolo? Un grosso libro nero-blu dal titolo a caratteri d’oro “Talbott Reynolds, Il Giorno dell’Aggiustamento”, un sutra della pornografia del potere pubblicato in forma di samizdat, inizia a circolare tra le mani degli americani come manifesto di una nuova coscienza collettiva. Il solo leggerne le pagine in pubblico…

L’infinito (di) David Foster Wallace nel suo Infinite Jest

Il tentativo di definire i numeri irrazionali da parte dei più grandi matematici, scienziati e filosofi lungo una strada pavimentata da teorie, enigmi, paradossi che ha origine nell’antichità, sembra che sia sempre in qualche modo arrivato a misurarsi con l’incommensurabilità, l’astrazione e l’infinito. L’astratto – o distante o separato dalla materia, dalla pratica e dall’esperienza reale – è un termine che deriva dalla metafisica e va ai Greci il merito di averne attribuito il significato…

Furore

John Steinbeck -  Furore di Steinbeck non è un semplice romanzo, è anche un doveroso excursus ripetto alla letteratura, quella ad alti livelli, e a questioni controverse della storia del popolo americano stremato dopo la Grande Depressione. Offre uno spunto di riflessione che si rivela adattabile anche alla realtà di oggi, una realtà difficile che risente degli effetti negativi di un sistema malato, inarrestabile, sanguinario, illogico e spietato. Nello scorrere delle pagine il grandioso affresco…