2 Luglio 2020

In un’era in cui le informazioni e le connessioni passano tutte in modo convulso e spesso disorientante attraverso il Web, noi di bookabit, che siamo quattro professionisti del settore dell’editoria, del marketing e del social media, abbiamo unito le forze per una nuova identità digitale a supporto delle nostre idee. L’osservazione globale di ciò che si muove in Rete, per chi si pone come operatore di gestione e traffico dati, può essere, in un certo senso, l’equivalente dell’osservazione degli astri per gli antichi, se si considera la forte influenza che Internet ha sulla qualità della nostra vita a più livelli e in più settori.

Il nuovo indirizzo dell’editoria oggi si definisce sulle relazioni sociali all’interno di una rete digitale, perciò la nostra idea di casa editrice parte da un bit e si apre verso una vastità geografica tutta da esplorare ma con la bussola della qualità letteraria alla mano e le vele spiegate dell’esperienza.
Per noi bookabiters i buoni libri e gli autori di qualità, come le stelle più brillanti che continueranno a essere viste a distanza di tempo, sono motivo di impegno e sforzo d’investimento. Ecco perché la cifra di bookabit è la ricerca scrupolosa e leale di qualcosa che abbia sangue vivo nelle vene, di voci di qualità che si distinguano per il coraggio di osare, per la sincerità viscerale e la forza comunicativa. Voci creative, appassionate, che vibrano e ispirano sogni e bellezza. Lo scrittore è il traduttore dell’identità socioculturale, è l’esploratore dei territori emotivi dello Stato umano e del tessuto cognitivo della nostra vita in continuo mutamento.

Il lavoro sull’opera-libro e il suo autore è di tipo “sartoriale”: poniamo attenzione a tutte le fasi e gli attori della filiera editoriale, dalla selezione al prodotto finito in ogni sua forma (digitale e cartacea), perché crediamo che un buon libro meriti tutta la nostra considerazione e che debba essere trattato con rispetto, in quanto occupa un posto d’onore in ogni luogo dove costruiamo il nostro esistere.
Per noi bookabiters leggere e divulgare qualcosa di qualità ha il valore di un’etica intellettuale e di un’integrità morale: principi fondanti che ci accomunano in questa passione lavorativa. Durante la gestazione di bookabit, il cui profilo strategico ci definisce come “animatori del messaggio culturale”, il timore di non essere abbastanza è diventato scrupolosa dedizione, lo scoramento di fronte alle Xmila prove che ci sottopone il semplice fatto di esistere al giorno d’oggi è diventato coraggio a fondo perduto in nome di ciò che vale. Soprattutto, ci anima credere che avere uno scopo renda meravigliosamente vivi. E tutto ciò che batte di vita e merita di essere portato alla luce è nostro proposito scovarlo, con serietà e impegno.